logo
logo

... una scuola per pensare, comunicare, creare, essere solidale ...

“Liberi in un ambiente pulito” - (terza edizione) Evento Finale

Venerdì 3 maggio, presso l’auditorium della Chiesa Madre “San Leonardo Abate”, si è tenuto il saggio conclusivo della 3a Edizione del progetto multilivello “Liberi in un Ambiente Pulito” della Scuola Primaria I.C. Dante-Galiani di San Giovanni Rotondo (FG), realizzato dagli alunni della Classe IV F – Tempo Pieno, coordinati dall’insegnante di classe Floriana Massa, sul tema: “L’alfabeto della legalità”


(https://www.facebook.com/fedele.boffoli/media_set?set=a.2468256189870848&type=3), ispirato alla favola “Eroe per sempre” (tratta dalle “Storie dell’Onda” - https://www.youtube.com/watch?v=TaH_Uh3WUMI) di Fedele Boffoli, illustrata da Paride Alessandro Cabas;


Il progetto, partendo appunto dalla favola ”Eroe per sempre”, inserita nella raccolta “LE STORIE DELL’ONDA” di Fedele Boffoli con illustrazioni di P. A. Cabas, ha elaborato, attraverso la pratica artistica (disegno, scrittura, teatro-danza), i temi della legalità e della consapevolezza, con particolare sensibilità ecologica dedicata alla salvaguardia di un ambiente pulito, nello specifico quello del Mare, ma non solamente….
Le attività proposte e sviluppate durante l’anno scolastico hanno infatti mirato alla ricerca e alla riflessione del significato più recondito della parola LEGALITÀ, obiettivo principale da raggiungere attraverso la condivisione di parole quali “relazione, partecipazione, collaborazione, rispetto” che, tutti i soggetti coinvolti, dagli alunni ai genitori alle docenti alle istituzioni, hanno riconosciuto come valori assoluti per un maggior dialogo intergenerazionale rivolto alla costruzione di una cittadinanza attiva.


Si ringraziano, per la partecipazione allo spettacolo conclusivo, il Dirigente Scolastico Francesco Pio Maria D’Amore, la vicaria Rosa Cavalli, la collaboratrice del Dirigente Nunzia Scaramuzzi; la scrittrice-poetessa Adriana Ostuni; l’artista e autore della favola “Eroe per sempre” Fedele Boffoli, il folto pubblico di genitori, parenti e interessati all’evento.


Grazie a quei genitori o semplici spettatori che così hanno scritto “…Il terzo capitolo del Progetto “Liberi in un ambiente pulito”, dal titolo “Eroe per Sempre” ci ha emozionati profondamente. Il progetto negli anni è cresciuto insieme ai ragazzi. Ha sviluppato il loro senso di appartenenza ad un progetto comune, è stato in grado di esaltare le virtù dei singoli. Quest'anno i concetti di legalità, libertà e altruismo erano espressi in modo più adulto e più complesso, riuscendo a sviluppare il senso critico dei nostri ragazzi e perché no, di risvegliarlo in noi adulti. Tutto il percorso (…), di cui il recital è il culmine, è stato in grado di stupirci per profondità, sensibilità e come sempre grande senso artistico. Siamo certi che questo processo di formazione sia per i nostri ragazzi il modo per poter sperare di essere cittadini liberi in grado di esprimere giudizi personali e non omologati ma anche di guardare con speranza al futuro. Per tutto questo siamo profondamente riconoscenti. (Laura Varano); Buoni cittadini si diventa nel corso della crescita confrontandosi con gli altri, riflettendo sulle nozioni di giustizia, uguaglianza, rispetto e libertà, imparando e rispettando le regole, intese come frutto di scelte condivise all'interno di una società civile, nell'ambito della quale ogni individuo è chiamato ad apportare il proprio contributo, partecipando attivamente. Con il progetto di educazione alla legalità, “Liberi in un ambiente pulito”,(…) si è inteso apportare nei bambini una ulteriore consapevolezza del proprio ruolo di cittadini attivi, orientata a far crescere in loro i concetti di legalità, fiducia, pari dignità, responsabilità, pace e solidarietà, per affinare la loro sensibilità verso le diversità e le differenze, per presentare il multiculturalismo come valore aggiunto della nostra società, per guidare verso la scoperta della diversità come risorsa, per favorire attitudini a sostegno della maturazione del pensiero ecologico, con approfondimenti sul tema del mare, della sua cultura, delle sue urgenze ecologiste. Obiettivi brillantemente raggiunti grazie alle esperienze laboratoriali (laboratorio creativo, di danza, di educazione ambientale, di musica) sapientemente guidate dagli insegnanti e formatori, svolte durante l’intero anno scolastico, in continuità con le esperienze degli anni precedenti, e coronate da un saggio-sintesi finale di grande estro e originalità.


Per questo e per molto altro ancora, rivolgo i miei più calorosi complimenti a tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto di alto pregio: dal Dirigente scolastico, Prof. Francesco Pio Maria D’Amore, alla Referente, Ins. Floriana Massa, a Suor Rosalba Facecchia che mi ha reso partecipe dell’evento, a tutti i formatori, genitori e insegnanti.


Un plauso particolare all’artista ideatore, Fedele Boffoli: encomiabile aver posto ancora una volta la propria opera artistica a servizio e a beneficio dei giovani su cui sono riposte le speranze di una società migliore, ribadendo in tal modo l’importanza dell’Arte come strumento privilegiato di formazione.


L’encomio più grande va naturalmente ai piccoli allievi della IV F per il modo in cui sono riusciti a meravigliare e ad emozionare con la loro sorprendente sensibilità, con il loro entusiasmo, la loro sana curiosità, freschezza e profondità di pensiero. Perché vedere i bambini impegnati con tanto entusiasmo e coinvolgimento e in maniera così fruttuosa non può che far sperare in un domani migliore. E noi adulti, insegnando, tornando ogni volta a meravigliarci, continuiamo a imparare da loro. (Adriana Ostuni-scrittrice e poetessa).

A tutti un GRAZIE dal profondo del mio cuore!


Ins. Floriana Massa