logo
logo

... una scuola per pensare, comunicare, creare, essere solidale ...

Friday For Future 15 Marzo 2019

La Scuola media Galiani di San Giovanni Rotondo “fa la Differenza”.

 007

Il plesso della scuola secondario di I grado dell’I.C. Dante-Galiani di S. Giovanni Rotondo, sull’onda delle battaglie portate avanti dalla giovanissima attivista svedese, la sedicenne Greta Thunberg, ha attivato una serie di iniziative didattico-trasversali e si è mobilitata con una operazione ecologica per sensibilizzare i giovani e tutta la comunità sulle politiche ambientali. Con il coinvolgimento di 11 classi, pari circa 300 alunni, la scuola si è unita alle iniziative che hanno fatto eco in tutto il mondo. L’obiettivo comune è quello di smuovere le coscienze ecologiche di ciascuno e chiedere ai governi di invertire la rotta con politiche ambientali per contrastare i cambiamenti climatici provocati dal riscaldamento globale, dovuto a sua volta dall'inquinamento causato dall'uomo. La scuola ha quindi aderito alla grande manifestazione ambientalista indetta per il 15 marzo in tutto il mondo, ma perseguirà le buone pratiche con regole, abitudini e stili di vita rispettosi dell’ambiente. Gli alunni e i docenti hanno lavorato in classe sulla figura di Greta, sulle delicate e allarmanti problematiche ambientali e sulle possibili soluzioni. Sorprendenti e pieni di fascino tutti i lavori prodotti dai ragazzi, dagli elaborati multimediali ai poster che hanno corredato la scuola, la palestra esterna, la piazza dell’edificio scolastico, coinvolgendo così anche l’attenzione pubblica della cittadinanza. Proprio la palestra esterna è stata eletta luogo simbolo di un’operazione ecologica in cui i docenti hanno ripulito tutti gli spalti, coadiuvati dagli studenti nelle operazioni di catalogazione e differenziazione dei rifiuti. 

E’ seguito, poi, un flash mob che ha coinvolto anche i passanti, sulle note della celebre canzone dei Queen “We will rock you” traslata nel motto “We will be the future”, tra l’entusiasmo dei ragazzi, il tempo scandito dalle mani e i piedi battuti al suolo, le pettorine in cartone riciclato in cui ciascun alunno affermava “Io faccio la differenza” e la voglia di un futuro migliore, capace di salvare la nostra Terra, la nostra Casa, la nostra Madre.

Un grazie doveroso va alla dirigenza e ai suoi collaboratori, a quei docenti che hanno abbracciato con entusiasmo l’iniziativa, ai collaboratori scolastici, ai ragazzi sempre capaci di seminare entusiasmo e alla prof.ssa Brunella Magno, capofila dell’iniziativa.


Daniela Pirro

 

GALLERIA FOTOGRAFICA