logo
logo

... una scuola per pensare, comunicare, creare, essere solidale ...

Il Rappresentante di Classe - Una Guida

Chi è, a cosa serve, cosa può fare, quello che deve sapere.

Nel mese di ottobre sono previste in ogni classe le elezioni dei Rappresentanti dei Genitori nei Consigli scolastici. Questi Consigli sono una componente essenziale degli Organi di governo della Scuola. Le decisioni adottate da questi Organi determinano la vita scolastica degli alunni e la qualità della scuola.

Essere “Rappresentante dei Genitori” costituisce una forma di servizio verso la collettività e una pratica di democrazia.

Gli Organi Collegiali della Scuola sono normati dal Decreto legislativo n.297 del 16 aprile 1994 “Testo Unico delle Disposizioni Legislative in Materia di Istruzione”.
Tali Organi sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche. Sono composti da rappresentanti di ciascuna delle componenti coinvolte nella vita scolastica.
Sono stati istituiti al fine di realizzare una partecipazione democratica alla gestione della scuola, consentendole di interagire con la più vasta comunità sociale e civile del territorio, nel rispetto degli ordinamenti della scuola dello Stato, delle competenze e delle responsabilità proprie del personale ispettivo, direttivo e docente.


Quanti Rappresentanti?
I Rappresentanti dei Genitori vengono eletti, o riconfermati, una volta all’anno. Le elezioni sono indette dal Dirigente Scolastico entro il 31 ottobre.
Sono previsti, per ogni classe:
· un rappresentante (membro del Consiglio di intersezione) nella scuola materna;
· un rappresentante (membro del Consiglio di interclasse) nella sc. elementare;
· quattro rappresentanti (membri del Consiglio di classe) nella scuola media;
· due rappresentanti (membri del Consiglio di classe) negli istituti superiori.
Il Rappresentante rimane in carica fino alle elezioni successive. In caso di dimissioni o perdita dei requisiti, viene sostituito dal primo dei non eletti.

Il Rappresentante di classe ha diritto di:
· Farsi portavoce di iniziative, proposte, necessità della propria classe presso il Consiglio di cui fa parte, presso i propri rappresentanti al Consiglio di Istituto e presso il Comitato Genitori.
· Informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità, circa gli sviluppi di iniziative avviate o proposte dalla Direzione, dai Docenti, dal Consiglio di Istituto, dal Comitato Genitori. Se si vuole far distribuire il materiale in classe, è necessaria la preventiva autorizzazione del Dirigente Scolastico; altrimenti il materiale può essere distribuito fuori dalla scuola.
· Convocare l’assemblea della classe che rappresenta, qualora i genitori la richiedano o lo si ritenga opportuno. I Genitori hanno diritto di effettuare l’Assemblea nei locali della scuola, con due condizioni: si deve svolgere in orari compatibili con l’organizzazione scolastica e deve essere preceduta da una richiesta indirizzata al Dirigente scolastico, specificando l’ordine del giorno.
· Accedere ai documenti inerenti la vita collegiale della scuola (verbali ecc.). La segreteria può richiedere il pagamento delle fotocopie.
· Essere convocato alle riunioni del Consiglio in cui è stato eletto in orario compatibile con gli impegni di lavoro (art. 39 TU) e con almeno 5 giorni di preavviso.
· La scuola di solito fornisce al Rappresentante di classe l’elenco degli alunni, ma non può fornire dati personali. Consigliamo di dare subito agli altri Genitori il proprio recapito e di richiedere quello degli altri Genitori.

Il Rappresentante di classe ha il dovere di:
· Fare da tramite tra i genitori che rappresenta e l’istituzione scolastica: deve informare i Genitori sulle iniziative che li riguardano e sulla vita della scuola e farsi portavoce delle istanze presentate dai Genitori.
· Tenersi aggiornato riguardo la vita della scuola; in genere è sufficiente un buon rapporto con gli altri Genitori, con gli altri Rappresentanti e con i Docenti. In particolare il rapporto con i Rappresentanti che hanno più esperienza facilita molto il compito.
· Presenziare alle riunioni del Consiglio in cui è eletto e a quelle del Comitato Genitori (di cui fa parte di diritto). Anche le riunioni del Consiglio sono aperte a tutti i Genitori della classe, che però non possono votare e intervenire (questo è un diritto del solo Rappresentante).
· Promuovere iniziative volte a coinvolgere nella vita scolastica le famiglie che rappresenta.
· Conoscere il Regolamento di Istituto e i compiti e le funzioni dei vari organi collegiali della scuola.


Il Rappresentante di classe non è obbligato a farsi promotore di collette, gestire un fondo cassa della classe, comprare materiale necessario alla classe o alla scuola o alla didattica.

Allegati:
Scarica questo file (IL RAPPRESENTANTE DI CLASSE.pdf)IL RAPPRESENTANTE DI CLASSE.pdf[ ]62 kB