logo
logo

... una scuola per pensare, comunicare, creare, essere solidale ...

Organizzazione Didattica Primaria

Il Collegio dei Docenti, seguendo le direttive sull’autonomia scolastica e sulla flessibilità organizzativa indicate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per l’a. s. 2013/2014, ha deliberato all’unanimità di conservare il modello dell’insegnante unico-prevalente di riferimento nelle classi 5e e di adottare una modalità differente per le classi 1e, 2e, 3e e 4e  :ogni insegnante lavora su due classi (A e B)  ripartendo il monte ore in 14(A) e 8(B) . Inoltre ci sono 5 classi a tempo pieno  (1F, 2E e 2F, 3F, 4G) . In particolare, la delibera tiene presente la seguente organizzazione didattica:

Le classi

La classe è l’unità di base di riferimento per l’organizzazione didattica. Le classi vengono formate in modo omogeneo tra loro ed eterogeneo al loro interno, sulla base della provenienza scolastica, sulla conoscenza di base degli alunni e, ove possibile, eccezionalmente, di eventuali indicazioni documentate dei genitori che non compromettano i criteri dettati dagli OO.MM.

Il gruppo - docenti

Tutti i docenti dell’Istituto operano in piena contitolarità e responsabilità educativa. Nelle classi 1e, 2e, 3e e 4e sul modulo di due classi abbinate, mentre nelle classi  5e secondo la normativa vigente, è presente l’insegnante unico/prevalente che è affiancato da altri docenti che completano l’orario settimanale. Ogni insegnante articola il proprio intervento per ambiti disciplinari. L’assegnazione degli ambiti, la composizione del team e l’assegnazione dei docenti alle classi, per la scuola primaria, sono disposte dal Dirigente Scolastico che tiene conto sia della continuità didattica che del rispetto della contrattazione decentrata a livelli d’istituto. ( NB far riferimento ai docenti che vanno sui BES)

La contitolarità

I docenti del team sono contitolari delle classi e corresponsabili della programmazione, dell’azione didattica e della valutazione, nel rispetto della piena libertà d’insegnamento. Garantiscono l’unitarietà dell’insegnamento.

Le discipline

Le diverse discipline vengono aggregate in ambiti disciplinari dal Collegio dei Docenti, rispettando i criteri nazionali. I tempi assegnati alle singole discipline sono definiti anch’essi, sulla base di criteri nazionali, dal Collegio dei docenti.

L’organizzazione disciplinare per l’anno in corso è la seguente:

 

ORE

CLASSI I^

ORE

CLASSI II^

ORE

CLASSI III^

ORE

CLASSI IV^

ORE

CLASSI V^

ITALIANO

7

7

6

6

6

LINGUA INGLESE

1

2

3

3

3

MATEMATICA

6

6

5

5

5

SCIENZE

2

2

2

2

2

STORIA

2

2

2

2

2

GEOGRAFIA

1

1

2

2

2

MUSICA

2

1

1

1

1

ARTE E IMMAGINE

2

2

2

2

2

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

1

1

1

1

1

TECNOLOGIA

1

1

1

1

1

RELIGIONE

2

2

2

2

2

           
 

27

27

27

27

27

All’interno della Programmazione didattica propria di ogni singola classe, i docenti, valutati i ritmi di sviluppo, gli stili cognitivi, le caratteristiche psicologiche di ciascun alunno e il precedente sviluppo del Curricolo, determinano la distribuzione oraria effettiva, funzionale al migliore perseguimento delle finalità unitarie del progetto educativo.

Il tempo scuola

Le classi di Scuola Primaria sono a tempo normale. Le attività didattiche si svolgono dal lunedì al sabato in orario antimeridiano così ripartito: dal lunedì al mercoledì (dalle 8.20 alle 13.20) e dal giovedì al sabato (dalle 8.20 alle 12.20) per un totale di 27 ore settimanali. Da qualche anno , nel nostro Istituto, ci sono 5 classi strutturate con il tempo pieno (40 ore settimanali).

L’orario di lavoro dei docenti

L’orario di servizio settimanale dei docenti comprende 22 ore di insegnamento e 2 ore dedicate alla programmazione didattica. E’ consentito fruire di un giorno libero. E’ possibile destinare una quota dell’orario di insegnamento ad attività di recupero individuale o per piccoli gruppi.

La Lingua straniera

L’insegnamento della Lingua straniera (Inglese) è assicurato da docenti specializzati (che insegnano nella classe di titolarità) o specialisti (che insegnano in diverse classi).

La Religione Cattolica

L’insegnamento di Religione Cattolica è assicurato da docenti specializzati (che insegnano nella classe di titolarità) o specialisti (che insegnano in più classi).

Il Sostegno didattico-educativo

I docenti di sostegno sono contitolari nelle classi in cui operano. Il rapporto numerico è di 1 docente ogni 4 alunni diversamente abili, salvo deroghe per i casi gravi e nel servizio domiciliare.

L’interculturalità

La nostra Scuola è particolarmente attenta alla nuova realtà multiculturale, perchè mira a valorizzare l’unicità e la singolarità dell’identità culturale di ogni studente. La presenza di bambini e adolescenti con radici culturali diverse è un fenomeno ormai strutturale e non può più essere considerato episodico: deve trasformarsi in un’opportunità per tutti. 

A- A A+

Calendario A.S. 2018-19

calendar

Registro Elettronico

registro elettronico

trasparenza amministrativa

PON 2014-2020

la buona scuola logo

formazione.docenti

la buona scuola logo

la buona scuola logo

la buona scuola digitale

ampliamento offerta formativa

la buona scuola logo

decertificazione

danno erariale

ambito15 logo

Feed RSS Ambito 15

Feed non trovato